Aeronautica Militare: “blockchain e la sfida del cambio di paradigma”

Views

Si è tenuto presso “Casa dell’Aviatore” il workshop “Logistica, Aeronautica e oltre” che ha visto il mondo istituzionale, accademico, industriale e di impresa parlare di ‘blockchain’ dalla prospettiva di un’organizzazione del settore della Difesa

Si è svolto, presso la casa dell’Aviatore, il workshop “Logistica, Aeronautica e oltre”, evento organizzato dal Comando Logistico A.M. in collaborazione con Ernst&Young. Sulla scia di quanto già è avvenuto in passato con “Logistica 4.0” prima e con l’”Airathon” poi, l’Aeronautica Militare si è schierata in prima linea ed ha affrontato, ancora una volta, la sfida imposta dalle nuove complessità e dai cambiamenti sistemici.

All’evento, oltre ad autorità militari e politiche, tra cui l’onorevole Gianluca Rizzo, presidente IV commissione difesa della camera, ed il Capo di Stato Maggiore Aeronautica, generale di squadra aerea Alberto Rosso, hanno preso parte numerosi rappresentanti del mondo istituzionale, accademico, industriale e d’impresa, in particolare Michele Faioli, giuslavorista e consigliere Cnel è intervenuto con un video messaggio.

La comprensione e l’adattamento alle potenzialità derivanti dalle nuove tecnologie sono irrinunciabili per la Forza Armata”, queste le parole del Generale Rosso che ha inoltre enfatizzato che “tali tecnologie devono avere applicazioni trasversali ed un uso duale in quanto la carenza delle risorse evidenzia sempre di più la necessità di fare squadra e, condividere soluzioni, è prima di tutto un dovere morale”. Il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare ha poi concluso: “bisogna avere l’umiltà di ascoltare le menti giovani che sono più propense al cambiamento e che meglio di noi comprendono l’innovazione ragionando sempre in termini di evoluzione e mai di rivoluzione, avendo l’accortezza di mitigare gli eccessi di entusiasmo con il buon senso e con la logica”.

Il Workshop, moderato dal dott. Mauro Bellini, esperto di innovazione digitale, si è svolto in due sessioni durante le quali i diversi relatori sono intervenuti permettendo di inquadrare da varie angolazioni il mondo della blockchain e di apprezzarne le varie sfaccettature e applicazioni nel campo delle infrastrutture e delle competenze.

L’obiettivo è avvicinare il mondo aeronautico e soprattutto logistico a questo nuovo campo di applicazione, capitalizzarne le potenzialità ed investire in settori quali la manutenzione predittiva e assistita a distanza, la formazione tecnica, dei trasporti e della gestione materiali.

Affrontare il tema “blockchain” dal punto di vista di una pubblica amministrazione in generale e dal punto di vista della logistica in particolare è indispensabile per far in modo che i cambiamenti epocali non rappresentino uno stravolgimento, ma vengano sfruttati come opportunità.

Il generale di squadra aerea Giovanni Fantuzzi, Comandante del Comando Logistico, nell’intervento conclusivo ha evidenziato i campi in cui l’Aeronautica Militare ha integrato i propri sistemi con blockchain: “nel campo della logistica, abbiamo fatto parlare ‘Silef’, che è il nostro sistema integrato e informatico di logistica, con blockchain, certificando così attività manutentive che avvenivano in un luogo diverso da quello dove si trovava il manutentore”. Infine ha lanciato una sfida “riteniamo che siamo maturi per confrontarci, sempre da un punto di vista di aumento della nostra competenza, coi nostri partner. Mi riferisco ai partner della NATO, soprattutto ai partner dei grossi programmi a cui l’Italia partecipa come Eurofighter e JSF”.

 

 

Aeronautica Militare: “blockchain e la sfida del cambio di paradigma”