Capodanno, l’Aeronautica non si ferma e salva un bimbo di due anni con un trasporto sanitario d’urgenza

Views

Il trasporto d’urgenza del piccolo affetto da grave insufficienza cardiaca è in corso da Reggio Calabria a Roma

Questa mattina sono giunte in redazione le note stampa di Esercito e Marina con cui hanno raccontato il 2018 al servizio del Paese in Italia e all’estero. Mancava la cartella stampa dell’Aeronautica militare. Onestamente aspettavamo il contributo di una delle Forze armate più amate dagli italiani.  Eccolo, appena arrivato, il  più eloquente di tutti perché, in silenzio, loro gli angeli azzurri sono sempre sul pezzo h.24 per 365 giorni l’anno. Un  Falcon 50 del 31° Stormo di Ciampino è in volo in questo momento verso Reggio Calabria, dove imbarcherà un bambino di due anni in imminente pericolo di vita a causa di una grave insufficienza cardio respiratoria. L’aereo con a bordo il piccolo, accompagnato dalla mamma, dal papà e da un medico, farà successivamente ritorno sullo scalo romano, dove ad attenderli ci sarà un’ambulanza per l’immediato trasferimento all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

Ad attivare la richiesta del trasporto sanitario d’urgenza, per il paziente ricoverato presso l’Ospedale di Polistena (RC), è stata la Prefettura di Reggio Calabria che si è interfacciata con la Sala Situazioni di Vertice dell’Aeronautica Militare.

Missioni di questo tipo necessitano della massima tempestività e l’Aeronautica Militare, attraverso i suoi Reparti di volo, mette a disposizione mezzi ed equipaggi pronti a decollare 24 ore al giorno, 365 giorni l’anno, senza soluzione di continuità anche nei giorni di festa ed in grado di operare in condizioni meteorologiche marginali.

Sono centinaia gli interventi di questo tipo ogni anno da parte dei velivoli dell’Aeronautica Militare, mezzi sempre pronti al decollo e che hanno la capacità di imbarcare equipe ed apparecchiature mediche e sanitarie specifiche, come ad esempio le culle termiche.

I trasporti sanitari d’urgenza sono solo uno dei servizi per la collettività svolti dall’Aeronautica Militare. Anche in questo momento, oltre agli equipaggi del 31° Stormo, piloti e specialisti dei reparti della difesa aerea, del soccorso e trasporto aereo nonché personale specializzato nel controllo del traffico aereo, centri radar e meteo, sono sempre pronti a garantire 24 ore su 24 i compiti assegnati a servizio del Paese.

 

Capodanno, l’Aeronautica non si ferma e salva un bimbo di due anni con un trasporto sanitario d’urgenza

ATTUALITA' |