Voleva vendere la verginità della sua studente sui social. Arrestata insegnante in Texas

Views

A seguito di indagini svolte da uno sceriffo del Texas è  stato scoperto che un’insegnante avrebbe provato a vendere la verginità di una ragazzina, sua parente, attraverso la rete. Secondo notizie locali, la donna, Amber Michelle Parker, 37enne insegnante di una scuola di terza media, sarebbe stata arrestata mercoledì scorso. La polizia sostiene che era appena tornata dal Marocco dopo un incontro con due uomini  per “finalizzare” l’accordo.

Gli atti pubblici delle indagini affermerebbero che la donna di Fairfield aveva pubblicato le foto della sua giovane parente sui social media per attirare potenziali clienti. Le immagini mostrerebbero la ragazza vestita in biancheria intima. Si presume che la Parker abbia tentato di aumentare il prezzo dell’accordo promuovendo la verginità della ragazza. Il Waco Tribune riferisce che la polizia locale stava monitorando le attività della donna da diversi mesi a seguito di un’esposto  dei familiari,  sospettosi delle intenzioni della Parker. Tuttavia, l’esatto rapporto di parentela tra la Parker e la ragazza non è stato rivelato, nel tentativo di proteggere la sua identità.

Gli investigatori dicono che la Parker aveva scattato le foto della ragazza, “insegnandole le posizioni in cui stare, cosa mostrare e quali fotografie postare per attirare l’attenzione degli uomini”. L’affidavit della corte dichiara che la Parker ha usato i social media per comunicare ad uno degli uomini: “Lei (la ragazzina) vuole spogliarsi e …….”. ” La Parker inizia a contrattare  con due uomini che dovevano raggiungerla negli Stati Uniti, e si sarebbero impegnati ad avere rapporti sessuali sia con lei che con la vittima”, aggiunge l’affidavit. “Durante la conversazione, i maschi stavano cercando, invece, di far andare  sia la Parker che la vittima a Casablanca, in Marocco, per compiere atti sessuali, dopo che la Parker ha indicato agli uomini che la vittima era  vergine”. È stata arrestata poco dopo essere tornata dal suo viaggio in Marocco, e a quanto pare non vuole  cooperare con gli investigatori. Gli inquirenti specializzati nel traffico di esseri umani erano stati assegnati al caso e avevano ottenuto un mandato di perquisizione per sequestrare i dispositivi elettronici della Parker. “Dopo un’indagine congiunta tra il sergente dell’ufficio dello sceriffo della contea di Freestone, l’investigatore Preston Cordova e l’agente investigativo dello sceriffo della Contea di McLennan Joseph Scaramucci, un sospettato di sesso femminile (la Parker), così come recita un comunicato dello sceriffo della contea di Shipstone è stato posto in arresto per il reato di tratta di persone dopo aver manifestato, online, l’intenzione di voler trasportare una minore a più soggetti maschi in Marocco”.

La città natale della Parker, Fairfield, ha una popolazione di circa 3000 abitanti, e si trova a circa 135 km a nord di Dallas e 65 km a est di Waco. È stata messa in congedo amministrativo dalla vicina scuola Mexia Junior High. Lo Star Telegram riporta che per la Parker è stata data  una cauzione di 250mila dollari. Tale tipi di reati prevedono una  pena dententiva che va da  25 anni di prigionia,  fino al  carcere a vita.

Voleva vendere la verginità della sua studente sui social. Arrestata insegnante in Texas