Huawei supera Apple con 200 milioni di smartphone venduti nel mondo. Trump pronto a bandire le apparecchiature cinesi nel 2019

Views

Huawei Technologies sta per superare Apple nella vendita degli smartphone nel 2018, ponendosi al secondo posto mondiale dopo Samsung. Oltre 200 milioni gli smartphone venduti in tutto il mondo, specialmente in Cina, Europa e Africa. Il dato del 2018 segna un aumento delle vendite di circa il 30 per cento rispetto ai 153 milioni di apparecchi venduti nel 2017, scrive l’agenzia di stampa italiana Nova.

A trainare le vendite sono stati modelli di successo come il P-20, che include videocamere ad alte prestazioni sviluppate insieme con l’azienda tedesca Leica. Huawei si trova però al centro della guerra commerciale in atto tra Stati Uniti e Cina, e bersaglio di una campagna di boicottaggio intrapresa dagli Usa. Gli analisti si aspettano pertanto una flessione delle vendite nel 2019.

Infatti il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, sta valutando l’adozione di un decreto all’inizio del 2019, per escludere Huawei e Zte dal mercato Usa sulla base di considerazioni legate alla sicurezza nazionale.

Lo riferiscono fonti anonime citate dalla stampa Usa, secondo cui l’ordine proibirebbe alle aziende statunitensi di acquistare sistemi e apparecchiature di Huawei e Zte. Dal canto loro le aziende cinesi negano di effettuare spionaggio per conto del governo cinese. Gli operatori delle telecomunicazioni nelle aree rurali degli Stati Uniti sono tra i maggiori clienti di Huawei e Zte, e temono di essere costretti in futuro a dismettere le apparecchiature già acquistate da quelle aziende senza alcun indennizzo. Al riguardo si suppone che il governo federale non Usa disponga dell’autorità giuridica necessaria per ordinare misure del genere. Huawei Technologies sta subendo la stessa situazione in Giappone (il timore di usare le apparecchiature per fini di spionaggio da parte del governo cinese) e per questo motivo sta cooperando col governo nipponico aumentando gli acquisti di componenti proprio in Giappone.

“E’ normale per un governo, per le aziende delle telecomunicazioni e per la società nel suo insieme avere a cuore la sicurezza e la protezione della privacy”, ha dichiarato Wang Jianfeng, presidente di Huawei Technologies Japan Kk, nel corso di una intervista esclusiva concessa al quotidiano giapponese “Asahi”. “Paragonati ai nostri rivali, abbiamo adottato maggiori misure di salvaguardia per garantire la sicurezza, inclusa l’adozione di un’organizzazione terza per la valutazione della sicurezza”, ha dichiarato Wang.

Huawei supera Apple con 200 milioni di smartphone venduti nel mondo. Trump pronto a bandire le apparecchiature cinesi nel 2019

ECONOMIA, EVIDENZA 2 |