La polizia giapponese indaga sulla vendita online di uranio su Yahoo!

Views

Torta gialla all’uranio Polizia in Giappone sta studiando come un uomo è stato in grado di mettere in vendita uranio attraverso un sito di aste online gestito da Yahoo !, un fornitore di servizi Internet con sede in California.

Le agenzie di stampa giapponesi hanno riferito venerdì che il presunto prodotto è stato esposto all’interno di un tubo di vetro trasparente sul sito di aste online. È stato pubblicizzato come “Uranium 99,9%”. Non sono disponibili informazioni sul prezzo di partenza della vendita su Yahoo! Aste. Il sito web, Yahoo! Kantan Kessai è un raro residuo del servizio di aste in tutto il mondo della società con sede in California, che ha chiuso le sue operazioni nella maggior parte dei paesi tra il 2002 e il 2008.

Nel novembre 2017, l’autorità di regolamentazione nucleare del Giappone è stata informata da un utente che un prodotto descritto come “uranio 99,9%” era in offerta sul sito web dell’asta. Dopo aver esaminato il caso, l’agenzia ha notificato la polizia a gennaio dell’anno successivo, che a sua volta ha contattato Yahoo! e ha portato l’asta alla sua attenzione. L’incidente non è stato divulgato ai media in quel momento, in modo che la polizia e i servizi di intelligence potessero indagare se una rete di persone fosse coinvolta nel caso.

Nel frattempo, il venditore e diverse persone che avevano fatto offerte sul prodotto sono stati arrestati e interrogati. La sostanza è stata confiscata e consegnata all’Agenzia per l’energia atomica giapponese per i test. Secondo i resoconti dei media locali, i test iniziali condotti dall’Agenzia per l’energia atomica giapponese hanno dimostrato che la sostanza è effettivamente radioattiva. Ulteriori test hanno dimostrato che si tratta effettivamente di uranio, come pubblicizzato anche se non si ha conferma che si tratti di uranio arricchito o impoverito.

Secondo quanto riportato nel rapporto, sembrerebbe che il principale sospettato abbia riferito alle autorità di aver acquistato l’uranio da un venditore situato al di fuori del Giappone, che lo ha venduto su un sito web di aste internazionali. I rapporti suggeriscono che, a seconda dell’esito dei risultati di laboratorio in corso, il venditore della sostanza rischia la reclusione fino a un anno e una multa fino a ¥ 1 milione (meno di $ 10.000).

La polizia giapponese indaga sulla vendita online di uranio su Yahoo!

EVIDENZA 4, INTELLIGENCE |