La Blackwater ingaggiata nella provincia cinese dello Xinjiang a maggioranza musulmana

Views
   

Una società di sicurezza fondata da Erik Prince, l’ex capo della compagnia militare privata Blackwater, ha annunciato un accordo con lo stato cinese per gestire un centro di addestramento nella provincia cinese dello Xinjiang, in gran parte musulmana. Nei mesi successivi all’invasione dell’Iraq da parte degli Stati Uniti, Blackwater fu ingaggiata dal Dipartimento di Stato per fornire sicurezza diplomatica in varie località del paese mediorientale. Nel 2010, quando la compagnia fu improvvisamente venduta a un gruppo di investitori privati, le sue tattiche in Iraq avevano suscitato polemiche internazionali.

Prince ha continuato a contribuire alla fondazione di Frontier Services Group (FSG), un’altra società di sicurezza privata registrata ad Hong Kong. L’azienda fornisce formazione sulla sicurezza al personale che lavora per le aziende cinesi. La sua specializzazione è la formazione del personale di ditte cinesi con sede all’estero, principalmente nelle regioni dell’Africa.
L’annuncio del nuovo centro di formazione è stato pubblicato sul sito web in lingua cinese della FSG. Una delle filiali della FSG aveva firmato un accordo per costruire e gestire un “centro di addestramento” nel parco industriale di Kashgar Caohu nella città di Kashgar, una delle città più occidentali della Cina, situata vicino al confine del paese con Tagikistan, Pakistan, Afghanistan e Kirghizistan.

La città di 1 milione di persone si trova nella provincia dello Xinjiang. Negli ultimi mesi, Pechino è stata pesantemente criticata da diversi paesi occidentali per presunte detenzioni di massa di musulmani uiguri, che costituiscono circa la metà della popolazione dello Xinjiang. Gli uiguri sono etnicamente imparentati con i popoli dell’Asia centrale e parlano un dialetto turco. Alcuni vedono lo stato cinese come un occupante e sostengono la secessione, spesso combinato con le chiamate per creare un califfato islamico. La Cina nega le accuse di detenzioni di massa e afferma che gli uiguri sono volontariamente arruolati in “strutture educative e di formazione”, dove sono de-radicalizzati attraverso l’istruzione politica e culturale. Si stima che fino a un milione di uiguri siano stati arruolati in queste strutture nell’ultimo anno.
Vale la pena notare che l’annuncio iniziale dell’accordo sul centro di formazione Kashgar Caohu tra FSG e il suo cliente cinese è stato infine cancellato dal sito web della compagnia. Alla fine della scorsa settimana, un portavoce dell’FSG ha riferito a diverse agenzie di stampa, tra cui Reuters, che Prince non era coinvolto in quello che è stato descritto in una dichiarazione come un “accordo preliminare” per un centro di addestramento nello Xinjiang. Il portavoce ha aggiunto che il principe probabilmente non aveva “nessun coinvolgimento” nell’accordo.

Category: INTELLIGENCE