Pakistan, smantellata  la “principale rete di spionaggio internazionale”

Views

Ieri, l’agenzia investigativa federale del Pakistan ha affermato di aver smantellato “una rete di spionaggio internazionale” nel corso di un operazione che ha visto l’arresto di almeno cinque funzionari dell’intelligence che lavoravano per interessi stranieri.

Secondo The News International, il più grande giornale in lingua inglese del Pakistan, gli arresti sono stati effettuati all’inizio di questa settimana dalla Federal Investigation Agency, la principale agenzia di controspionaggio del paese. Gli arrestati erano presumibilmente membri delle forze di intelligence e sicurezza pakistane, ha detto. Secondo quanto riferito, un funzionario pakistano con credenziali diplomatiche stava prestando servizio in un’ambasciata pakistana “in una capitale europea”.

Il rapporto non specifica l’agenzia di intelligence straniera per la quale i funzionari pakistani lavoravano ma ha reso noto che appartenevano a uno dei “paesi più potenti del mondo”.

Secondo il “The News International” la rete sarebbe stata  “completamente smantellata” in seguito a una “notevole” operazione di controspionaggio pakistana che ha paralizzato la rete di spie del Paese avversario.

Il documento di orientamento conservatore, che sostiene il nuovo Primo Ministro del centro-destra dell’Iran Imran Khan, ha fatto capire che la presunta rete di spionaggio potrebbe aver lavorato per la Central Intelligence Agency degli Stati Uniti.

L’agenzia, era stata autorizzata dal governo del Pakistan a “vagare liberamente” all’interno del Pakistan dopo gli attacchi dell’11 settembre 2001, permettendo ai suoi funzionari di reclutare agenti in Pakistan nella regione nel nord-ovest del paese che è vista come una roccaforte dei talebani.

Il giornale ha anche protestato contro accordi precedenti che consentivano ai funzionari della giurisdizione straniera di entrare e uscire dal Pakistan “senza controllo del loro bagaglio” aggiungendo che il governo del primo ministro Khan ha deciso di muoversi contro questa e altre reti di spionaggio gestite dall’agenzia di intelligence straniera dopo aver stabilito che queste reti “lavoravano per gli interessi di quell’agenzia in Pakistan e non per gli interessi nazionali del Pakistan”.

Pakistan, smantellata la “principale rete di spionaggio internazionale”

EVIDENZA 2, INTELLIGENCE |